NON RIESCI A TROVARE I PARAMENTI SACRI GIUSTI PER TE?

Non riesci a trovare i paramenti sacri giusti per te? Alcuni consigli di stile liturgico

paramenti sacri bari

Spesso, chiacchierando con i sacerdoti, mi capita di scoprire che non sono soddisfatti dei paramenti sacri che trovano in vendita. Molti lamentano, infatti, che i paramenti sacri, sia quelli in vendita online sia quelli nei negozi, non sono all’altezza delle loro aspettative. Il motivo? Sta nel fatto che molti produttori realizzano paramenti sacri eccessivamente sfarzosi oppure, al contrario, troppo poveri e sciatti. Insomma: in un modo o nell’altro, molti paramenti liturgici risultano inadeguati per i sacerdoti che vogliono presentarsi con uno stile liturgico degno.

Il significato dei paramenti sacri: riscopri un senso che è stato dimenticato

Prima di entrare nel vivo, facciamo un passo indietro per chiarire perché il mercato dei paramenti sacri non offre soluzioni soddisfacenti.

I paramenti sacri hanno una funzione fondamentale nelle celebrazioni liturgiche: il fatto che non sono vesti indossate nella vita quotidiana indica il loro carattere speciale. Attraverso i paramenti sacri la Chiesa esprime la distinzione fra sacro e profano nella vita cristiana. Questa distinzione è particolarmente importante nel nostro tempo, in quanto vediamo tutti come ci sia una tendenza a cancellare questa distinzione, in nome di un relativismo e di una superficialità che portano alla dissacrazione di ogni cosa.

Attraverso la valorizzazione dei paramenti sacri tu, come sacerdote, puoi riscoprire, evidenziare e far rispettare la sacralità del mistero di Dio.

D’altra parte, pensaci: qual è il significato dei paramenti sacri e delle loro forme ampie? Sono così ampi per una questione di comodità? Ovviamente no. Le forme ampie del camice, della dalmatica e della casula servono per mettere in secondo piano l’individualità di chi le porta. Servono per far risaltare il suo ruolo liturgico.

E di questo un sacerdote come te deve esserne consapevole: i paramenti liturgici significano proprio questo, che la liturgia viene celebrata in persona Christi e non a nome proprio.

I paramenti sacri tra sfarzo e sciatteria: chi li produce sa realmente cos’è la liturgia?

paramenti sacri personalizzati

Ho ritenuto necessario fare questa breve parentesi sul significato dei paramenti sacri per un motivo ben preciso: il problema dell’insoddisfazione per i paramenti sacerdotali che si trovano in commercio è un problema innanzitutto di stile liturgico.

Mi spiego meglio: per realizzare una veste liturgica adeguata è necessario conoscere in maniera approfondita le norme liturgiche nonché la storia della Chiesa e dell’arredamento e dell’abbigliamento sacro. Non è solo una questione di ago e di filo.

Quando non c’è questa conoscenza della liturgia, quando diventa solo una questione di ago e filo, ecco che fioriscono i paramenti liturgici più strani: piviali inutilmente sfarzosi, stole uscite dalla fantasia di qualche bizzarro “stilista”, casule in poliestere o comunque prodotte con materiali di bassa qualità e quindi anche, tra l’altro, di breve durata. E chi più ne ha, più ne metta.

Cerca i paramenti sacri di bassa qualità se desideri uno stile liturgico inadeguato

Tutte queste casule e queste vesti risultano insoddisfacenti e indegne agli occhi di un sacerdote che conosce l’importanza liturgica dei paramenti sacri. Lo sono perché sono state create senza un vero progetto e una vera consapevolezza alle spalle. Paramenti sacri così se ne producono a centinaia usando sempre gli stessi modelli anonimi, con decorazioni che ripetono con ricami approssimativi i soliti quattro o cinque simboli eucaristici. Questi paramenti sacri sono creati soltanto con due obiettivi: contenere i costi di produzione e massimizzare il guadagno.

Nulla a che fare con un progetto che intenda dare dignità al tuo stile liturgico. Nulla a che fare con la consapevolezza liturgica che la realizzazione di una veste sacra deve comportare.

Un modo facile per prestare il fianco alle critiche: scegli paramenti sacri pomposi ed opulenti e incontrerai sempre un pauperista con cui discutere

paramenti sacri sartoria bari

Ecco l’altro lato dell’insoddisfazione. Parliamo dei paramenti sacri che eccedono in sfarzo e in lusso, dimenticando che molto spesso l’eccesso si trasforma nel suo contrario e diventa kitsch. Parliamo dei paramenti sacri che attirano troppo lo sguardo e l’attenzione, quelle vesti liturgiche che sembrano fatte apposta per far parlare della vanità personale del sacerdote e di una Chiesa sfarzosa e troppo ricca.

Questi abiti sacri vengono prodotti ignorando le norme dello stile liturgico, che richiedono una nobile semplicità e che raccomandano di non esagerare nella ricchezza dell’ornato. Un paramento sacro deve rimanere sempre un paramento sacro e rispettare le tradizioni della Chiesa e della liturgia. Un paramento sacro non deve mai trasformarsi in un abito “mondano”, più adatto alle sfilate di moda o alle passerelle di quegli stilisti sempre in cerca di novità.

Come valorizzare il tuo stile liturgico e realizzare paramenti sacri che ti facciano sentire a tuo agio

Ogni sacerdote, con la propria corporatura e i propri gusti, merita di poter indossare un paramento o una talare che lo faccia sentire a proprio agio in ogni momento.

Non esiste uno stile unico, uno stile liturgico valido per tutti, ma tanti stili personali: tu come sacerdote sei diverso da ogni altro.

Tu come sacerdote possiedi un tuo stile liturgico che va rispettato e soprattutto valorizzato. Come fare allora per valorizzare il tuo stile liturgico e realizzare vesti sacerdotali che ti facciano sentire a tuo agio? Ci vuole un metodo di lavoro e competenze serie, verificabili e concrete. Un metodo che consenta di comprendere i tuoi gusti, la tua fisionomia e le tue esigenze di vestibilità.

Un metodo che tiene anche conto del contesto storico e architettonico in cui verrà indossato il paramento liturgico. Perché progettare, cucire e realizzare una casula, come qualsiasi altra veste sacra, implica competenze liturgiche e conoscenze ben precise. Tutte cose che non si improvvisano.

I sei segreti per realizzare i paramenti sacri più adatti al tuo stile liturgico

paramenti sacri su misura

In qualità di esperto liturgico, ho studiato, discusso e lavorato duramente prima di definire il mio metodo di lavoro. Voglio quindi offrirti uno sguardo sulla mia esperienza e sui segreti del mio laboratorio, per aiutarti a scegliere i paramenti sacri solenni più dignitosi e adatti al tuo stile liturgico:

1. cura delle finiture sartoriali, per dare solennità ai paramenti sacri senza cadere nello sfarzo

2. conoscenza dettagliata della storia dell’abbigliamento sacro, per consigliarti con competenza e capacità

3. fedeltà alle norme liturgiche, per riscoprire il significato simbolico dei paramenti sacri

4. impiego di materiali di qualità che conferiscono durata, decoro e dignità ai paramenti sacerdotali

5. attenzione e rigore nella realizzazione dei temi decorativi, per valorizzare e personalizzare la bellezza delle vesti liturgiche

6. progettazione di paramenti sacri su misura, perché tu possa ricevere la veste liturgica più adatta alla tua personalità

Seguendo queste linee guida, con i maestri di sartoria di Progetto Liturgico, ho collaborato con soddisfazione con molti sacerdoti realizzando paramenti sacri degni e rispettosi della tradizione liturgica.

Leggi tu stesso le loro opinioni, CLICCANDO QUI. Sentirai direttamente la voce e la testimonianza di altri sacerdoti come te.

Vincenzo Busco

firma